𝐒𝐟𝐚𝐭𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐪𝐮𝐚𝐥𝐜𝐡𝐞 𝐦𝐢𝐭𝐨:
Essere diversi non è affatto un male. La diversità, l’unicità dei due individui che formano la coppia è fonte di ricchezza, di confronto e di crescita.
L’altro è nostro maestro col suo modo di percepire e di sentire. Il suo punto di vista allarga i nostri orizzonti, ci apre a nuove possibilità. Il suo personale approccio alla vita ci permette di sperimentare nuove soluzioni, nuove strade. Interessi e passioni diverse permetteranno una condivisione che amplificherá la crescita interiore, personale di entrambi. Apertura, flessibilità e libertà di essere sé stessi nel rispetto dell’altro, sono le caratteristiche delle coppie formate da persone dissimili. E può funzionare benissimo!